Biografia
Roberto Mataluni

Roberto Mataluni, nato a Napoli il 13 agosto 1977, è un pianista con la profonda passione per la composizione.

Si diploma in Pianoforte presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, sotto la guida della Prof.ssa Marino.

Musicista eclettico e curioso, aperto a tutti i generi, dal Classico al Rock, passando per il Jazz, il Pop, l'elettronica.
Compone notturni e ballate per Pianoforte tra cui "Le Maschere", l'incontro di tre "maschere", tre volti della stessa persona, che si inseguono e danzano insieme. Nell'ambito pop scrive una dozzina di brani di cui cura l'arrangiamento e il testo. Si avvale, nella sua composizione, spesso di strumenti virtuali (VST) suonando con le tastiere tutte le parti, dal pianoforte ai violini, dalle chitarre alle percusioni. E' proprio la possibilità di poter suonare tutti gli strumenti che lo fanno affascinare al mondo degli strumenti elettronici.

Nell'album Atmospheres, si ricercano melodie minimaliste. Sono colonne sonore a momenti ben precisi, "quadretti emozionali", come ama lui stesso definire i 13 brani che compongono l'album. Il suono è dolce, delicato, mai aggressivo. Affianca alla ricerca musicale, anche una profonda ricerca spirituale che si ripercuote sulla scelta delle sonorità stesse.

L'ultimo suo lavoro, Origini, invece accompagna gli ascoltatori in un viaggio nella crescita della persona stessa, guidata da un tema principale (scritto all'età di circa 15 anni) che si evolve e si ripresenta più volte.

Non ama definirsi in uno stile ben preciso, in quanto definisce la musica libertà di espressione e di sentimento, ed i sentimenti stessi, per definizione, non si possono catalogare, ma solo "sentirli".

"Origini nasce da un tema scritto nell'età della fanciullezza che nell'album viene proposto, ripreso ed elaborato portando ad una crescita strumentale che corrisponde ad una crescita interiore."

Roberto Mataluni

"Atmospheres è una raccolta di quadretti emozionali, di ricordi, sensazioni, dove ognuno può ritrovare il suo momento magico e rivivere, con gli occhi della mente, ciò che è nascosto nel profondo del proprio cuore"

Roberto Mataluni

"Ascoltare questo album è rivivere ogni volta l’avventura di un viaggio, con i suoi addii nostalgici, ricongiunti alla meraviglia di un nuovo inizio; risuona nelle corde dei ricordi, con la stridula immagine dei tramonti infiammati dalle estati più calde, riapparsi alla memoria nei colori melanconici di un freddo pomeriggio d’inverno. La forza di queste melodie è quella di rievocare le atmosfere più intime, silenziosamente legate all’anima. Questa antica alleata rinvigorita dal suono, esploratrice dei nostri “luoghi” più reconditi, diviene avida di risvegliare la sua profonda conoscenza. Quando, infatti, il suono si fa immagine, la musica ne distilla la vita."

D. Laganà - Il cervo Bianco

Pubblicato, sul magazine d'arte e cultura Expo Art, l'articolo relativo all'album ‎Atmospheres‬. L'articolo descrive un piccolo spaccato dell'album strumentale di Roberto Mataluni e fornisce qualche curiosità sulla vita del compositore.La rivista è un riferimento per la diffusione sul web delle proprie opere.

Per maggiori informazioni visitare il sito web

Albums


Stabilisci un contatto!


Scrivi per informazioni e/o commenti